Cobice progetto partners divulgazione news area riservata
Home » Divulgazione

Rassegna stampa

ERSAF: Liberati nell'Adda gli storioni lombardi della specie autoctona "Cobice"

di Giovanni Scotti
Nell'ambito del programma regionale di recupero faunistico dello storione, che prevede interventi di ripopolamento nei principali fiumi lombardi, mercoledì 20 ottobre sono stati liberati 600 storioni di specie autoctona, del tipo "Cobice", nelle acque dell'Adda, tra Pizzighettone e Castelnuovo Bocca d'Adda, località in provincia di Cremona. L'operazione è stata condotta dall'ERSAF per conto della Regione Lombardia, in collaborazione con le Province di Cremona e Lodi, d'intesa tra il Servizio Faunistico della Regione Lombardia, il CESI e il Dipartimento di Biologia evolutiva dell'Università di Ferrara, per reintrodurre lo storione Cobice nelle acque vocazionali ed approfondirne le conoscenze biologiche. Seicento esemplari della lunghezza compresa tra 45 e 60 centimetri, dal peso tra gli 800 e i 1100 grammi, dall'età di circa 2 anni, sono stati trasportati dall'allevamento di Orzinuovi (Brescia) in speciali vasche per pesci vivi dalla capacità di 2,5 metri cubi. Raggiunta la sponda dell'Adda, gli storioni sono stati trasferiti in appositi mastelli e liberati nel fiume con cautela e attraverso l'ausilio di scivoli appositamente predisposti. Ogni esemplare è stato dotato di un microchip posizionato tra la quarta e la quinta vertebra che ne consentirà in qualsiasi momento il monitoraggio.
Ambiente Europa


Ripopolamento Storioni

Il giorno 4 Luglio 2005, alla presenza di Alberto Gracini, (Assessore alla sicurezza, lotta all'usura, caccia pesca e Polizia provinciale), Marco Pizzamiglio ( Vice Presidente dell'ERSAF, Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste) e di Giovanni Arlati (Dirigente ERSAF per la Struttura Servizi per la Pesca, la Fauna e l'Acquacoltura), si è svolta l'iniziativa LIFE NATURE, proposta dalla Provincia di Milano, per la salvaguardia delle specie ittiche a rischio di estinzione e per il ripopolamento dello Storione Cobice nel Po e nei suoi affluenti.

Vengono rilasciati gli avannotti di Storione in varie zone del fiume Adda, nelle acque convenzionate FIPSAS. Il progetto prevede l'immissione di Storioni di varia pezzatura ed un monitoraggio completo di questa specie che raggiunge la maturazione delle femmine a 14 anni.

La Regione Lombardia è lieta di partecipare a questa iniziativa che permetterà di salvaguardare la fauna e l'ambiente naturale degli affluenti del Po.

In questo progetto rientra la collaborazione con l'Acquario di Milano attraverso varie iniziative utili alla sensibilizzazione dei ragazzi all'ambiente naturale a loro vicino ma poco conosciuto.
Questa attività si è valsa della valida collaborazione di Giacinto Giovannini, titolare dell'allevamento VIP di Orzinuovi.
Fipsasmi


Continua nel Mincio il recupero faunistico del "Cobice"

Il 27 settembre ERSAF libererà, in uno dei principali fiumi lombardi, il Mincio, 1.000 esemplari di giovani storioni autoctoni COBICE di lunghezza compresa tra 35 - 45 cm. Prosegue così, nell'ambito del programma regionale di recupero faunistico e in continuità col Progetto UE "Life Natura", l'operazione di ripopolamento dello storione autoctono al fine di reintrodurre il Cobice (Acipenser naccarii) nelle acque vocazionali e approfondire le conoscenze biologiche dello stesso. L'operazione, condotta da ERSAF per conto della Regione Lombardia, in collaborazione con la Provincia di Mantova, consisterà nel rilascio di 1.000 esemplari di circa 18 mesi di età e di lunghezza compresa tra 35 - 45 cm provenienti dall'allevamento di Orzinuovi (BS). Gli storioni saranno trasportati in speciali vasche per pesci vivi dalla capacità di 2,5 metri cubi. Per consentire il trasporto senza danni per i pesci, l'acqua delle vasche avrà una temperatura attorno ai 15 gradi, ottenuta attraverso immissione di ossigeno liquido. Una volta raggiunta la sponda del Mincio, per consentire loro di adattarsi al nuovo ambiente senza stress, si verifica che la temperatura dell'acqua del fiume sia uguale a quella delle vasche, quindi con cautela e attraverso l'ausilio di scivoli appositamente predisposti, gli storioni saranno trasferiti in appositi mastelli per essere liberati nel fiume. ERSAF, per il terzo anno, è impegnato in questa operazione di ripopolamento dello storione autoctono partita nel lontano 1988, attraverso la riproduzione non cruenta da esemplari selvatici mantenuti in cattività, immettendo finora circa 260 mila soggetti, di taglia compresa tra i 2,5 e i 60 cm. La produzione di storioni idonei al ripopolamento, geneticamente controllati e selezionati, avviene presso il Centro Regionale di riferimento per la salvaguardia e la valorizzazione degli storioni autoctoni di Orzinuovi (BS), la cui attività sperimentale è coordinata da ERSAF. (Fonte: Ufficio Stampa ERSAF Lombardia)
[News Edizioni PubblicitàItalia]


Documenti: